Elezioni 2023: Sandra Locher Benguerel rinuncia una nuova candidatura

La consigliera nazionale Sandra Locher Benguerel ha comunicato giovedì mattina a una conferenza stampa del PS Grigioni la sua decisione di non ricandidarsi alle elezioni del 2023. Jon Pult, invece, si ricandiderà per un seggio al Consiglio nazionale. Anche in questa nuova situazione il PS Grigioni è fiducioso di difendere i suoi due seggi al Consiglio nazionale.

La notizia giunge a sorpresa: Sandra Locher Benguerel, consigliera nazionale del PS Grigioni, non si candiderà per la rielezione nell’autunno 2023. Insieme a Locher Benguerel, il suo collega del Consiglio nazionale Jon Pult e il presidente del partito Andri Perl si sono presentati ai media. Pult ha confermato la sua intenzione di ricandidarsi. Perl è molto dispiaciuto della decisione di Locher Benguerel, ma ha anche spiegato perché ritiene che il PS sia ben attrezzato per difendere i due seggi socialisti al Consiglio nazionale anche in questa nuova situazione.

Nuove priorità per Sandra Locher Benguerel

Dal 2006, Sandra Locher Benguerel ha rappresentato i suoi elettori e il suo partito con grande impegno in diverse cariche. Prima come membro supplente del Gran Consiglio, poi come membro del Gran Consiglio e dal 2019 come Consigliera nazionale. Con la fine della legislatura si vuole riorientare e quindi rinuncia a candidarsi per le elezioni. “Dopo 16 anni in politica ho deciso di passare a una nuova fase della mia vita e di concentrarmi sui miei interessi fondamentali: l’educazione, il sostegno ai bambini e ai giovani”. Dal 2024, Locher Benguerel si concentrerà sulla sua professione di insegnante e sul suo lavoro nel comitato esecutivo dell’Associazione svizzera delle insegnanti e degli insegnanti.

Una decisione difficile

Locher Benguerel ha spiegato quanto sia stata difficile la decisione per lei. È stata preceduta da alcuni mesi di riflessione e da un dialogo intenso, aperto e amichevole con il PS Grigioni. Ha sottolineato che la carica di Consigliera nazionale le dà tante soddisfazioni ma che da molti anni svolge il suo lavoro, la politica e l’attività di associazione in parallelo: “Mi piacciono fare troppe cose! Tuttavia, non mi è possibile fare tutto in parallelo per un periodo di tempo più lungo”. La politica profilata per l’uguaglianza di genere e per l’istruzione resterà in carica fino alla fine della legislatura e continuerà il suo lavoro nella commissione per la scienza, l’educazione e la cultura. Rimarrà inoltre un membro attivo del PS.

Molto motivato: Jon Pult si ricandida

Jon Pult si ricandiderà alle elezioni del Consiglio nazionale. Anche se l’idea di entrare in campagna elettorale senza la sua collega e buona amica Locher Benguerel lo addolora, è pienamente motivato 

a candidarsi per la rielezione. Pult vuole continuare il suo lavoro in parlamento e nella direzione del PS Svizzera. Considera un grande privilegio poter rappresentare la popolazione dei Grigioni e i valori progressivi della socialdemocrazia a Berna. Ha dichiarato: “Sì, mi piace essere Consigliere nazionale!”. Attualmente Pult presiede la commissione dei trasporti e delle telecomunicazioni del Consiglio nazionale e ricopre la funzione da vicepresidente del PS Svizzera.

PS fiducioso per le elezioni

Dopo gli interventi di Pult e Locher Benguerel, Andri Perl ha illustrato la nuova situazione del PS. Il presidente del PS Grigioni è molto rammaricato della decisione della sua consigliere nazionale in carica, ma contemporaneamente le ha espresso comprensione e solidarietà. In più, ha affermato, il PS oggi si trova in una posizione migliore rispetto al 2019 e quindi il partito difenderà i suoi due seggi. Rispetto a quattro anni fa, quando il PS non candidava solo persone nuove, il PS oggi si presenta alla corsa con un consigliere nazionale in carica, per giunta di alto profilo. Inoltre il PS si sta impegnando per favorire il rilancio dell’alleanza per il clima, cioè la congiunzioni di liste con il Verdi liberali e i Verdi. Infine, Perl ha sottolineato la grande performance dei socialisti grigionesi negli ultimi anni: Crescita costante del gruppo parlamentare del PS nel Gran Consiglio dal 2010, da 12 a 27 membri, molti successi politici che vanno dall’assistenza all’infanzia molto aumentata al Green Deal al nuovo sistema elettorale, e successi nelle elezioni comunali (ad esempio, con l’elezione di Philipp Wilhelm a sindaco di Davos). Inoltre, si è registrata una crescita costante dei membri. Il PS GR apre a partire da oggi a tutte le candidature interessate e nominerà la sua lista al congresso del partito il 15 aprile 2023.

Il testo delle dichiarazioni (in tedesco) si trova nel media kit allegato.

Per informazioni, contattare:

Sandra Locher Benguerel 

079 658 13 53 (disponibile fino alle 12.00 e dalle 17.00)

Jon Pult

076 508 16 33

Andri Perl

079 311 05 91