Votazione per il nuovo sistema elettorale: un giorno storico per i Grigioni!

Il PS Grigioni prende atto con grande piacere e soddisfazione del molto chiaro SÌ della popolazione al nuovo sistema elettorale per il Gran Consiglio retico. Da quasi 100 anniil PS Grigioni si è infatti battuto per un sistema elettorale proporzionale che rispecchi meglio le esigenze della popolazione. Dopo molti tentativi falliti, ora il cambio di sistema è finalmente diventato una realtà. Si tratta di una giornata di votazioni che passerà alla storia, èinfatti il più grande passo in avanti per la democrazia nei Grigioni dall’introduzione del suffragio femminile negli anni 70 e 80 del secolo scorso. 

Una lunga battaglia per un sistema elettorale equo

Già nel 1928 il PS Grigioni aveva previsto nel suo programma l’introduzione del sistema proporzionale per il Gran Consiglio. Per quasi 100 anni sono stati fatti vari tentativi per cambiare l’ingiusto e poi ritenuto incostituzionale sistema elettorale maggioritario per il Gran Consiglio.Per decenni il PS si è preoccupato che anche le minoranze avessero una reale possibilità di elezione, purtroppo l’attuale sistema elettorale impedisce questo pluralismo. Per decenni, le stesse forze politiche sono state al potere nelle stesse valli sviluppando non di raro una monocultura politica con tutti gli svantaggi che questo comporta. Nei piccoli circolispesso non c’era competizione visto che una sola persona si candidava alle elezioni. Purtroppo, circa una mezza dozzina di referendum – alcuni dei quali con margini estremamente ristretti – non sono riusciti a cambiare il sistema.

Una sentenza del tribunale dalle conseguenze molto grandi 

La possibilità per un compromesso si è concretizzata solo dopo che il Tribunale federale nel 2019 ha giudicato il precedente sistema maggioritario incompatibile con la Costituzione federale e il PS aveva presentato l’iniziativa per ridurre i seggi del Gran Consiglio. In particolare l’allora PDC si è battuto per molto tempo, sia a livello nazionale che cantonale, contro il cambiamento del sistema elettorale presentando proposte assurde e ingiuste (p. es. limitare la competenza dei tribunali in questioni legate al sistema elettorale, suddividere singoli comuni in più circoli elettorali) con la sola motivazione di mantenere il proprio potere. Come dimostra il risultato della votazione di oggi, per fortuna questi tentativi alla fine sono stati infruttuosi.

Un grazie per l’impegno che è durato decenni

Il PS Grigioni vuole cogliere l’occasione per ringraziare tutti i membri del partito che più volte negli ultimi anni e decenni hanno lottato per un cambiamento del sistema elettorale. Senza questo grande e continuo impegno questa vittoria di portata storica non sarebbe mai stata possibile. Un ringraziamento va anche ai rappresentanti borghesi della Commissione strategica e di politica statale che si sono dimostrati disponibili alla richiesta del PS nel trovare un compromesso per garantire un futuro in cui nelle elezioni ogni voto conti allo stesso modo. Infine i ringraziamenti non meno importanti vanno naturalmente ai cittadini e alle cittadine grigionesi che hanno sostenuto questo “compromesso grigionese” e che così hanno dato fine alle polemiche degli ultimi decenni.

Uno sguardo alle elezioni 2022 con il sistema proporzionale

In futuro, la politica grigionese sarà più variegata, più interessante, più competitiva e speriamo anche più di sinistra e con più donne. Il PS Grigioni attende con trepidazione le prossime elezioni con il sistema proporzionale e farà di tutto per offrire alla popolazione di tutto il cantone la più ampia scelta possibile di candidati.

Registrazione Congresso 2021